Le materie artistiche

Nella pedagogia Waldorf l’arte è il fil rouge che lega ogni insegnamento, uno dei tratti distintivi delle nostre scuole è quello di compenetrare con l’arte ogni disciplina, il maestro ha il compito di trovare un modo creativo, rigoroso ed artistico per presentare gli argomenti delle varie lezioni alla classe. Il disegno ha particolare rilevanza, esso è ampiamente utilizzato all’interno delle epoche e viene esplorato nelle sue varie forme espressive durante le ore di arte. Nei primi anni di scuola il disegno di forme, con il suo dialogare di linee curve e rette porta negli alunni preziosi elementi di movimento, equilibrio e simmetria; partendo da disegni e forme semplici essi arriveranno a tracciare a mano libera disegni regolari ed equilibrati ispirati ai motivi ornamentali propri delle varie epoche storiche. Fino alla classe quinta gli alunni praticano la pittura ad acquarello su foglio bagnato: in questo modo entrano in contatto con la dimensione del colore, con la sue peculiarità, le forme non saranno create da tratti nitidi o contorni ma si origineranno dall’incontro dei colori. Nelle classi delle medie si introduce il chiaroscuro; esso è fondato sull’incontro tra due polarità: luce ed ombra, i ragazzi imparano ad osservare come la luce interagisca con le superfici degli oggetti; questo tipo di lavoro porta gli alunni alla scoperta delle infinite tonalità dei grigi, è un invito a porre l’attenzione sulla mediazione tra gli estremi e tra gli impulsi che in questo periodo animano la loro interiorità. Con la crescita matura anche il tipo di sguardo che i ragazzi hanno sul mondo, in ottava iniziano ad esperire modi per rappresentare la tridimensionalità, in questo contesto la prospettiva non viene presentata come un asettico esercizio di linee ma come una conquista, una risposta personale di ognuno di fronte alla sfida di dover disegnare, una strada, un edificio o una stanza.

Il modellaggio accompagna gli alunni durante tutto il percorso scolastico: i materiali scelti rispecchiano le capacità e le caratteristiche degli alunni durante il loro percorso di crescita. Nelle prime classi si modellano piccole quantità di cera d’api, essa, con il suo calore è particolarmente adatta alle piccole dita dei bambini. Nelle classi successive si inizia a modellare la creata, dapprima in piccole quantità poi in masse sempre più grosse in modo da consentire ai ragazzi delle medie di impiegare in modo artistico e costruttivo le proprie energie. Durante le medie sono previste lezioni di falegnameria dove i ragazzi scolpiscono e intagliano diversi oggetti.

La motricità fine è una peculiarità dell’uomo, essa viene esercitata lungo tutto il percorso scolastico nelle ore di lavoro manuale. Gli alunni iniziano con l’intrecciare la lana tra le dita o con l’ausilio del telaio, poi lavorano all’uncinetto o con i feltro ed imparano a cucire confezionando bambole ed animali di pezza. Nelle ultime classi delle medie impareranno a cucire a macchina confezionando il proprio abito di scena per la recita di ottava.